lunedì 11 dicembre 2017

"Vasto in cornice" un grande successo: entusiasmo nell'ACM e tra i partecipanti

Si è chiusa con un successo davvero notevole, la prima edizione di “Vasto in cornice”. Ancora gremita, nonostante il freddo intenso, la sala Michelangelo di Palazzo d’Avalos, per la serata finale nella quale sono stati premiati tutti: gli artisti espositori, gli ospiti d’onore, gli sponsor e gli

La tradizione del pesce nella Vigilia di Natale ha "radici profonde e lontane"

C'è una tradizione, abbastanza diffusa, secondo cui nel giorno della Vigilia di Natale si debba mangiare del pesce. 
Spesso questa tradizione viene confusa con la prescrizione dell'astinenza dalle carni, per cui si mangerebbe pesce come alternativa alla carne. 
Tuttavia, le radici sono molto più profonde e lontane, tanto da arrivare agli albori del Cristianesimo.
Come molti sanno, quando vennero fondate le prime comunità cristiane nell'Occidente romano, esse vennero perseguitate e costrette ad incontrarsi in incognito per celebrare il Cristo. In quei tempi, i primi Cristiani usavano dei simboli per riconoscersi e per comunicare e uno di questi era proprio il pesce. Il motivo era che la parola "pesce", in Greco antico, si diceva "ichthùs" ed era da loro usato come acronimo di "Gesù Cristo Figlio di Dio e Salvatore". Da allora, il pesce appare in
moltissime simbologie cristiane, spesso assieme alle lettere greche A e Omega le quali, essendo la prima e l'ultima lettera dell'alfabeto greco, rappresentano l'Inizio e la Fine di tutte le cose e, perciò, Dio stesso. In sostanza, mangiare pesce alla Vigilia di Natale, può essere considerato un'altra forma assai più antica di ricordare la Eucaristia nelle nostre famiglie, nella notte in cui Nostro Signore è nato.
stralcio da art., a firma Elio Bucciantonio, apparso su "il Vastese" - mensile d'info. del territorio - n. 1 - gen. 2009

Takagi e Ketra sul palco con Jovanotti

Takagi e Ketra (il vastese Fabio Clemente), dopo il grande successo de "L'esercito del selfie", arrivano sul palco di Jovanotti.

Incontri con l'archeologia: giovedì 14 dicembre “E il cane incontrò l’uomo”

riceviamo e pubblichiamoGiovedì 14 dicembre “E il cane incontrò l’uomo”
conferenza dell’archeozoologa Francesca Santini a Palazzo d’Avalos
Giovedì 14 dicembre 2017 l’archeozoologa Francesca Santini concluderà il ciclo di Incontri con

domenica 10 dicembre 2017

QUANDO GLI HISTONIESI ANDAVANO ALLE TERME

Rileggiamo la storia e lo splendore della gente del Municipio di Histonium.

di GIUSEPPE CATANIA

VASTUM,OLIM HISTONIUM, MUNICIPIUM ROMANORUM,URBS FIDELISSIMA. Vasto, un tempo Histonium, fu municipio dei romani e città fedelissima all'Impero.
Questo il motto che si legge, a carattere longobardo, attorno allo stemma della Municipalità, arma con scudo inquartato a colori bianco-rosso, sormontato dalla corona marchesale della casata D'Avalos, feudataria, della Città del Vasto.

Nella parte orientale della Città colpita dalla frana del 1956, le continue campagne di scavi condotte dalla Soprintendenza alle Antichità di Chieti, hanno portato negli anni ’70 alla luce un complesso termale di notevole proporzione e di inestimabile pregio artistico.
Sono tre i pavimenti, due a mosaico e uno in marmo, delle terme di Histonium, affiorati

VASTO, NATALE 2017: ATMOSFERA MAGICA DI LUCI E COLORI! (Foto)










di LINO SPADACCINI
Natale, con la sua magica atmosfera, le sue luci, i suoi colori, è sicuramente la festa più attesa dell'anno sia dai grandi che dai piccini.
Le strade, i negozi ed i balconi dei palazzi sono ricolme di luci colorate, mentre all'interno delle abitazioni, per la gioia dei bambini, si prepara il tradizionale presepio ed il tipico albero natalizio ricco di luci e palline colorate.
In molte case si sente l'odore
foto >>> 

NATALE 1965: CITTA' IN FESTA CON LE LUMINARIE PERSINO SULLA TORRE DI S. MARIA M. (FOTO STORICHE)

Se le foto a colori oggi ci regalano delle splendide immagini delle luminarie presenti a piazza Rossetti e nelle principali strade del centro storico, anche gli scatti di un tempo, rigorosamente in bianco e nero, hanno il loro fascino e, soprattutto, la magia di riportarci per qualche istante indietro nel tempo e vivere almeno con la fantasiala Vasto di un tempo che non c'è più.
Le foto che vi presentiamo sono state scattate durante le festività natalizie del 1965. Se per i giovani le foto rappresentano una vera scoperta, ed anche una sorpresa nel vedere un centro storico pieno di macchine, per gli ultra cinquantenni sono senz'altro un dolce ricordo di un tempo vissuto, alla riscoperta di particolari della città ormai dimenticati, e attività commerciali in gran parte scomparse (o trasferite) come il Calzaturificio Marino, la Farmacia Pietrocola, l'alimentare Smargiassi, la pasticceria Mascioli e la salumeria  Memmo, tutti ben riconoscibili lungo corso de Parma e piazza Diomede, il barbiere Giuseppe Scampoli all'angolo del Palazzo Mattioli, oppure l'Hotel Roma su corso Italia.
Le luminarie sono piuttosto semplici ma efficaci, e su tutte spicca la sagoma illuminata del campanile della chiesa di S. Maria Maggiore.

Lino Spadaccini
altre foto storiche del 1965 >>>

I canti alla Madonna di P. Settimio Zimarino in prima assoluta in cattedrale: un successo

Il soprano Lusiné Tishinyan  durante il concerto dell'Immacolata
di GIUSEPPE CATANIA

Le volte della stupenda Cattedrale di San Giuseppe a Vasto hanno diffuso le magistrali note delle musiche di Padre Settimio Zimarino, in prima esecuzione assoluta.

Un concerto che ha entusiasmato il numeroso pubblico presente anche per la superba interpretazione del soprano Lusiné Tishinyan, accompagnata all'organo dal maestro prof. Antonio Piovano.
Un avvenimento che ha suscitato consensi ed applausi grazie alla

Il grande flamenco sulle tavole del Teatro Rossetti

riceviamo e pubblichiamo
Il grande flamenco sulle tavole delTeatro Rossetti
Domenica 10 dicembre, alle ore 17:30 attesissimo appuntamento con il flamenco mondiale.
La celebre bailaora PASTORA GALVAN assieme

sabato 9 dicembre 2017

Contro l'influenza arance della Fonte Nuova!

Contro l'influenza arance della Fonte Nuova!
(foto 8 12 17)

"Abruzzo Vivo": ecco com'è ridotta la viabilità nel Vastese


Presentazione e dibattito sulle condizioni delle  strade in tutto il comprensorio di Vasto.

"Coltiva la cultura" con Folco Terzani: ideale location il Mercato di S. Chiara:

Sabato 9 dicembre, Mercato di Santa Chiara, h 18:30
 "Nell'ambito del progetto "Coltivare la cultura" a cura di  Miranda Sconosciuto ed Emanuela Petroro ci sarà la presentazione del libro di Folco Terzani
"Il cane, il lupo e Dio" edito da Longanesi.
Con l'autore e Paola Cerella

Coro A.Polsi: è venuto a mancare Mimmo Santini, storico presidente

E’ venuto a mancare all’età di 77 anni Domenico Santini, storico presidente del Coro Folcloristico Aniello Polsi. I funerali saranno celebrati oggi sabato 9 dicembre, alle ore 10, nella chiesa di Santa Maria Incoronata.
'Mimmo' ha sempre avuto grande passione per la musica ed ha gestito il Coro con impegno e passione, promuovendo la riscoperta della “vastesità” e valorizzando il nostro patrimonio musicale. Con lui il Coro ha partecipato a tutte le iniziative locali ed ha rappresentato la città in tante manifestazioni, in Italia e all'estero.
Ai famigliari dell’amico Mimmo le sentite condoglianze della nostra redazione.

Tra i tanti ricordi, un messaggio è giunto anche dal Comitato PortaNuova che testualmente dice:
Noi del Comitato di Quartiere Portanuova vogliamo ricordare un Vastese verace, Domenico (Mimmo) Santini, che negli anni, in qualità di Presidente del Coro Aniello Polsi, ha portato avanti la cultura canora della Vastesità.
Il Coro da Lui presieduto per molti anni è sempre stato presente nei momenti culturali della nostra città, del Comprensorio del Vastese e della provincia di Chieti. Anche se, negli ultimi tempi per malattia, ha dovuto abbandonare la carica di Presidente ma il suo cuore è sempre rimasto vicino ai coristi e musicisti del Coro Aniello Polsi.
Cogliamo l'occasione per dare le condoglianze ai suoi familiari.

Comitato di Quartiere "PORTANUOVA"

La scomparsa di Maurizio Benetti: il ricordo di Giancarlo Spadaccini

UN GRANDE ROSTER






Non riesco a dire nulla.
Sono emozionato più di quanto avessi potuto immaginare.

Vastophil 2017: presentazione del libro "Parle lu Vuaste"


venerdì 8 dicembre 2017

Una visita di Italia Nostra: alla scoperta del ricco patrimonio dell'Archivio Storico

Martedì, 12 dicembre, ore 17 - Prenotazione obbligatoria, entro lunedì p.v., tramite sms o whatsapp al 3483576711 oppure e-mail a vasto@italianostra.org.

Nell'archivio comunale di Vasto ed alla mostra sulle “Invisibili”
C’è il fascino del tempo sospeso tra gli oltre trecento metri lineari di antiche carte conservate dall’Archivio Storico Comunale di Vasto: dalle pergamene medievali agli ultimi esempi calligrafici (1961) di deliberazioni consiliari. Un formidabile intreccio temporale di inchiostri, di pergamene, carte che, in allineamento sincronico, offrono una successione diacronica di seicento anni di storia. L’istituzione comunale custodisce anche manoscritti di autori vastesi (Viti, Bassano, de Benedectis, Maciano, Benedetto Maria e Filippo, Gabriele

Vasto in Cornice: convegno su "Viticoltura sostenibile – la nuova frontiera del vino"



 da Giovanni Uselli riceviamo e pubblichiamo
La sala Michelangelo di Palazzo D’Avalos di nuovo gremita di ospiti. Grande soddisfazione, dunque, per i ricercatori del Co.t.ir e per tutti i soci di ACM e della neonata Pro Loco. Un grande evento e una altrettanto importante e attuale convegno sul tema: viticoltura sostenibile – la nuova frontiera del vino. Con la regia del giornalista Gianni Quagliarella, prende

Salone della Pinacoteca: pubblico numeroso, altoparlanti, proiettori, non arrecano danni alle opere di Palizzi?



da ENZO LA VERGHETTA riceviamo e publichiamo
Attenti ai Palizzi
Dalle foto delle manifestazioni che si tengono a Palazzo D’Avalos, noto che queste vengono svolte nella sala dove sono esposti i quadri di Palizzi. Sono opere ormai con decenni sulle spalle e quindi da conservare con estrema cautela in ambienti adatti, non fosse altro per il loro valore. Non sono un esperto nella conservazione delle opere d’arte e in particolare dei quadri, pertanto mi rivolgo a chi ne sa più di me.
Conservarli in ambienti dove siedono per ore decine di persone, che involontariamente portano del pulviscolo e altro e che impregnano l’ambiente e creano una patina sui quadri, mentre contemporaneamente gli altoparlanti li sottopongono a vibrazioni, non può provocare dei danni irreparabili alle tele?  (A questo si aggiunga anche la luce dei proiettori di filmati o presentazioni, NDR)
Mi sembra, inoltre, a dir poco sconveniente usare queste opere d’arte come sfondo a delle conferenze e altre riunioni. Credo che hanno diritto ad un maggior rispetto da chi le ha ereditate e sembra non capire il valore di queste opere almeno vedendo come sono conservate.
Enzo La Verghetta

Cattedrale: Concerto dell'Immacolata con canti di p. Settimio Zimarino

Il soprano Lusinè Tishinyan
in un precedente concerto in cattedrale a Vasto
Concerto nella Festa della Madonna Immacolata: in esecuzione assoluta opere musicali di Padre Settimio Zimarino, con la partecipazione del soprano Lusiné Tishinyan (nella foto), accompagnata all'organo dal musicista Prof. Antonio Piovano.

Una manifestazione concertistica di eccezionale risonanza per l'esecuzione di sedici canti alla Madonna, su versi di P.G. D'Antonio, musicati da P. Zimarino.
Un evento realizzato grazie alla disponibilità del Parroco della Concattredale Don Gianfranco Travaglini, del Parroco Emerito Don Giovanni Pellicciotti e della Prof. Anna Maddalena Zimarino Pennetta, critica musicale che tiene molto al patrimoni musicale della zio, Padre Zimarino.
Appuntamento alle ore 19 in cattedrale, questo il programma:

Davide D'Alessandro: la scoperta del fondo rossettiano di Vancouver? Non proprio, era noto dal 1991

Il vice presidente del Consiglio torna  sulla nota diffusa dal Comune dal titolo "SENSAZIONALE SCOPERTA SCIENTIFICA DEL «CENTRO EUROPEO DI STUDI ROSSETTIANI» - Il fondo archivistico di Vancouver"

riceviamo e pubblichiamo
Dagli amici degli amici del Centro Studi Rossettiani abbiamo scoperto, in data 3 dicembre 2017, che

Festa dell'Immacolata: cerimonia presso la Madonnina di piazza Marconi

Il Lions Club Vasto Adriatica Vittoria Colonna adotterà l’area della Madonnina

Sarà una mattinata impregnata di momenti sentiti quella che verrà celebrata oggi in occasione della ricorrenza della Festa della Immacolata Concezione. Si parte alle ore 10.00, quando il parroco

giovedì 7 dicembre 2017

Zampogne abruzzesi: Novena dell'Immacolata

I grandi di Vasto: OMAGGIO ALL'ARTE PURA DI NICOLA GALANTE


Ha fatto parte del Gruppo dei Sei di Torino
IL PITTORE NICOLA GALANTE 
E' NATO A VASTO IL 7  DICEMBRE 1883 (134 anni fa)

di GIUSEPPE CATANIA

Torino, primo dopoguerra: protagonisti della scena artistica il collezionista Riccardo Gualino, il critico Lionello Venturi e Felice Casorati che contribuisce a promuovere il rinnovamento culturale della città aprendo una scuola privata nel suo studio. Qui gravitano Boswell, Chessa, Levi, Menzio, il vastese Galante e Paulucci, che nel 1929 danno origine al gruppo dei Sei di Torino. Condividendo la scelta di temi intimisti e la lezione di Lionello Venturi, fautore del recupero dell’impressionismo, questi artisti praticano una pittura tonale, in modo apertamente polemico rispetto alla retorica monumentale.
 I "Sei pittori di Torino" impressionarono il mondo della critica e della

LE MINORANZE DEPOSITANO UN REGOLAMENTO ADEGUATO PER GLI INTERVENTI A FAVORE DEI VASTESI POVERI

Dal Nuovo Faro, Edmondo Laudazi, riceviamo e pubblichiamo
Insieme ai colleghi Consiglieri dei Gruppi di Minoranza abbiamo provveduto a depositare, questa mattina, copia del Regolamento per la concessione di sussidi alle persone bisognose di assistenza e di

Presentato il lavoro di restauro della tela di San Giovanni Battista a S. Maria Maggiore



riceviamo e pubblichiamo 
Catturati da uno sguardo
Una serata diversa in compagnia di Giovanni, dell’Amico dello Sposo…sempre troppo poco conosciuto, perché sempre un po’ all’ombra del Maestro Gesù.

Consiglio Comunale: ecco i punti, giorno 14 dicembre

COMUNICATO STAMPA
La prossima settimana torna a riunirsi il Consiglio Comunale. A darne notizia è il Presidente Giuseppe Forte.
L’assise civica è stata convocata in prima convocazione mercoledì 13 dicembre alle 9 ed in seconda convocazione giovedì 14 dicembre alle 9.Questi i punti all’ordine del giorno:

Situazione al Carcere di Vasto: l'on. Maria Amato interroga il ministro della Giustizia

Sulla situazione della Casa Lavoro e della Casa Circondariale di Vasto, evidenziata nei giorni dal Sappe, il sindacato della polizia penitenziaria , è intervenuta l'on. Maria Amato (PD).
Ecco la sua interrogazione:
Al Ministro della giustizia per sapere 

Oggi Luca Telese a Vasto su invito di Fratelli d'Italia-An

Luca Telese a Vasto per il suo libro “Cuori contro”, l’evento organizzato da Fratelli d’Italia-An

Appuntamento oggi giovedì 7 dicembre alle ore 18:30 presso la ‘Società Operaia di Mutuo Soccorso’
Si terrà giovedì 7 dicembre, alle ore 18:30, presso la sala convegni della ‘Società Operaia di Mutuo Soccorso’, in Vico Raffaello n° 1 a Vasto, la presentazione del libro “Cuori contro” di Luca Telese, edito da Sperling & Kupfer.
L’iniziativa è organizzata dal circolo cittadino di Fratelli d’Italia-An. Dopo i saluti del Portavoce cittadino del partito di Giorgia Meloni, Marco di Michele Marisi, e del Capogruppo in Consiglio comunale Vincenzo Suriani, Luca Telese risponderà alle domande di Etelwardo Sigismondi, Coordinatore regionale di Fratelli d’Italia-An.
IL LIBRO

Cesare Giuliani al 68° Premio Michetti

Apprendiamo che CESARE GIULIANI sarà presente al  68° PREMIO MICHETTI con il quadro "Il Ratto delle Leucippidi" (olio su tela 80x100). Tema di questa edizione "Fantasmi di Luce" a cura di Silvia Pegoraro. L'inaugurazione il 16 Dicembre alle ore 17 presso la "Fondazione Michetti" di Francavilla a Mare.
L'opera di Giuliani s'impone per la sua forza espressiva e sicuramente incontrerà i favori della critica e degli esperti d'arte.  



Anffas - Bcc: presentato il calendario 2018


Comunicato Stampa
Presentato oggi il Calendario 2018 sul tema della disabilità realizzato dalla BCC della Valle del Trigno e dalla omonima Fondazione con Anffas Vasto

La targa “Ode a Viareggio” del prof Brunetti affissa dal Comune sul Lungo Molo

 Mercoledì 6 dicembre 2017, il Comune di Viareggio ha disposto l’affissione della targa marmorea contenente “Ode a Viareggio” scritta dal professor Guido Brunetti sul Lungo Molo. Il luogo rappresenta il cuore storico e

Prof. Levino Flacco, una vita per la medicina dello sport!

prof. Levino Flacco
di GIUSEPPE CATANIA

Il prof. Levino Flacco, classe 1948, medico e docente dell'Università D'Annunzio di Chieti, presidente dell’ANaSMeS (Associazione Nazionale Specialisti in Medicina dello Sport),
da sempre ha dedicato il suo impegno professionale in questa particolare branca della medicina.

Ricco è il suo curriculum: Flacco è specialista in medicina dello sport, gastroenterologo, tisiologico in malattie dell'apparato respiratorio, in medicina generale e in pneumatologia.

M5S conferma: la raccolta differenziata un flop

riceviamo e pubblichiamo
RACCOLTA DIFFERENZIATA ? Il M5S CONFERMA IL FLOP!
Leggiamo sulla pagina fb del Sindaco Menna la risposta dell’Assessore Cianci al recente articolo del Centro, a firma di Anna Bontempo, titolato “Flop della differenziata: il 65% è un sogno”.

mercoledì 6 dicembre 2017

Agli assoluti invernali di Fabriano conferme per l'Apnea Team Abruzzo


 Buona prestazione del team vasto-sansalvese anche nella competizione a squadre
Sono stati ben 165 gli atleti e 28 le società che hanno partecipato alle gare dei campionati italiani

Corso infermieri: da oggi una nuova sede presso le ex carceri di via Aimone

Da oggi finalmente il corso infermieri, da 25 anni in città,  ha una sede “degna”, nuova ed appena ristrutturata. Si tratta delle ex carceri mandamentali di via Aimone a ridosso del teatro Rossetti.

Teatro Rossetti: 30 anni fa la riapertura, con un concerto di Severino Gazzelloni

di Lino Spadaccini

Trent'anni fa, il 6 dicembre del 1987, il Teatro Rossetti veniva riaperto al pubblico con uno straordinario concerto del flautista Severino Gazzelloni.

In questi giorni in cui il Teatro Rossetti è al centro di polemiche e scontri politici, preferiamo ricordare un avvenimento che ha segnato la storia della nostra città: la riapertura del teatro dopo molti anni di abbandono, suggellato dal concerto del più grande flautista della sua epoca.
Severino Gazzelloni al Teatro Rossetti
 il 6 dicembre 1887
Le origini del nostro teatro comunale risalgono al 1818, quando ne fu iniziata la costruzione sul luogo della sconsacrata chiesa di S. Spirito e su una parte del convento dei Celestini, per l’interessamento del Barone Luigi Cardone e grazie ad una pubblica sottoscrizione. In precedenza, per le pubbliche rappresentazioni, veniva utilizzata la sala delle assemblee decurionali, mentre successivamente i d’Avalos misero a disposizione delle compagnie una sala del loro palazzo.
Il progetto venne realizzato dall’ingegner Taddeo Salvini di Orsogna e, anche se incompleto, il teatro venne inaugurato il 30 maggio 1819, con uno spettacolo brillante messo in scena da attori dilettanti locali.

Lo storico vastese Luigi Marchesani nella sua Storia di Vasto, ricordava che "La Università e i cittadini concorsero alla spesa del teatro: altro denaro si raccolse ponendosi prezzo a' biglietti d'ingresso nelle sere di recita: ne' tempi anteriori questi biglietti si dispensavano gratuitamente dagli attori dilettanti, i quali sosteneano di loro borsa il dispendio per illuminazione, vestimenta, scene e servigio". Il Marchesani definì il teatro "la più bella opera pubblica, pari a' migliori teatri di secondo ordine esistenti in Napoli", offrendo anche una breve descrizione della struttura: "Rifulge per abbondanza di dorati fregi: largo proscenio: vivaci colori abbelliscono le molte e variate scene: la ricca cortina o sipario offre pinti que' giuochi olimpici, ne' quali la corona di alloro fu collocata sul capo del vincitor poeta concittadino Lucio Valerio Pudente: tre ordini di comodi palchi coronano la larga platea ingombra di più file di congiunti sedili".
Teatro Rossetti 6 dicembre 1987:  Gazzelloni con il sindaco Prospero e altri vastesi, in due foto ricordo

Il Real Teatro

Oggi, una bella giornata di dicembre


Aeronautica: AAA Vasto domenica 10 dicembre celebra la Madonna di Loreto, santa patrona

da Roberto Bruno riceviamo e pubblichiamo

AAA Vasto domenica 10 dicembre celebra la Madonna di Loreto patrona dell'Aeronautica Militare Italiana.
La Sezione di Vasto dell'Associazione Arma Aeronautica presieduta dal Lgt. Ciro Confessore, domenica 10 dicembre alle ore 11:30 presso la concattedrale San Giuseppe in Vasto, durante la messa officiata da Don Gianfranco Travaglini, commemorerà la Madonna di Loreto patrona dell'Aeronautica Militare Italiana, di tutti gli aviatori e della gente dell'aria. Nel corso 
della funzione saranno ricordati i soci AAA Vasto che hanno chiuso le ali e verrà letta la preghiera dell'aviatore. Il legame tra l'Aeronautica Militare e la Madonna di Loreto risale ai primi decenni del XX secolo quando la Vergine Maria cominciò ad essere venerata quale protettrice degli aviatori. La tradizione ha attribuito alla “mano degli angeli” il trasporto in volo della Casa di Maria da Nazaret a Loreto. Il Papa Benedetto XV, accogliendo i desideri dei piloti della prima guerra mondiale, nel

martedì 5 dicembre 2017

Un omaggio natalizio per gli amici del CORO POLIFONICO HISTONIUM

Una foto ricordo per gli amici del CPH in occasione del Natale.
E' stata scattata nel 1977 in occasione del matrimonio di una felice coppia.



Dal taccuino di Angelo Del Moro: VIVERE IN SOLITUDINE: SONO OTTO MILIONI DI ITALIANI

VIVERE IN SOLITUDINE: SONO OTTO MILIONI DI ITALIANI
di Angelo Del Moro

Secondo i dati Istat del 2016, 4,8 milioni sono i single.
E se si aggiungono i vedovi, i separati ed i monogenitori il numero sale, arrivando a toccare gli 8 milioni.

E continuano ad aumentare a ritmo vertiginoso.

Tra di loro c'è chi aspetta ancora l'altra metà. E c'è chi non solo non ha né fidanzati, né amanti, ma ha addirittura smesso di credere nell'anima gemella. Questi ultimi sono i single: né fidanzati, né a caccia, né in flirt.

ANMI: festeggiata Santa Barbara

CONSEGNATI GLI ATTESTATI DI BENEMERENZA: ECCO I NOMI
L'Associazione Nazionale Marinai d’Italia Gruppo di Vasto ha solennizzato la ricorrenza della patrona Santa Barbara.

Un corteo dei soci ANMI , muovendo dalla sede di piazza del

Abruzzo Vivo: Dibattito sulla viabilità nel Vastese

Sabato 9,  rappporto sulla viabilità nel territorio del Vastese. Primo appuntamento di Abruzzo Vivo (Vasto-San Salvo).





lunedì 4 dicembre 2017

Da ridefinire scopi e programmi del Teatro Rossetti, della Scuola Civica Musicale e del Centro Studi Rossettiani

LETTERA APERTA AI CONSIGLIERI COMUNALI ED AI MEMBRI DELLA GIUNTA
di Nicola D'Adamo

Da qualche giorno è in atto un ampio dibattito sui costi del Teatro Rossetti, della Scuola Civica Musicale e Centro Studi Rossettiani.
Ieri abbiamo ricevuto altre due note: una di Elio Bitritto presidente degli Amici del Teatro Rossetti ed un'altra di Davide D’Alessandro consigliere comunale, che replicava a Bitritto. Ambedue non vanno verso la vera soluzione del problema.
Secondo il nostro modesto parere è sbagliato incentrare il discorso sugli stipendi del maestro Raffaele Bellafronte e del prof. Gianni Oliva, perchè un professionista se lo vuoi, lo paghi. Punto. A loro favore si potrebbe aggiungere che probabilmente i loro contratti sono anche al di sotto del tariffario nazionale, giacchè stiamo parlando di un noto compositore e di un professore universitario con oltre 40 anni di esperienza.
Invece - sempre secondo il nostro modestissimo parere - il dibattito va focalizzato sul vero cuore del problema, rispondendo a questo quesito: c’è necessità di avere a Vasto oggi una Scuola Civica Musicale, il Centro Studi Rossettiani, un teatro con prestigioso cartellone, ma con soli 156 posti a sedere?

Per rispondere a queste domande bisogna fare un po’ di cronistoria.

La SCUOLA CIVICA MUSICALE, sorta a Vasto agli inizi degli anni ’80, fu molto gradita ed ebbe subito un boom di iscrizioni. Era l'unica struttura della città che operava in quel campo. Successivamente l’offerta musicale si ampliò con i corsi di scuole private; e, in tempi più recenti, anche con l’indirizzo musicale della Scuola Media Rossetti e infine con il Liceo Musicale del Mattioli. Con questa variegata offerta ha ancora senso oggi caricare sulle spalle del Comune l’istruzione musicale della città? Oppure conviene lasciare tale compito alla “Scuola”, che è preposta all’istruzione nazionale ?

Due: il CENTRO STUDI ROSSETTIANI, sorto nel 2008, con una speranza: riportare l’università a Vasto (dopo la chiusura del Diploma Traduttori e Interpreti dell’Università d’Annunzio). Lo stratagemma era di cominciare a organizzare iniziative di livello universitario per poi chiedere all’università l'avvio di qualche master o corso di specializzazione qui a Vasto. 
Ma si parlò perfino della creazione di una "università per stranieri". 
Il Consiglio Comunale approvò lo statuto e definì i compiti del Centro Studi Rossettiani che tuttora figurano nel regolamento pubblicato nel sito del Comune   http://www.comune.vasto.ch.it/comune/regolamenti . 
In sintesi i compiti sono questi: tenere alto il nome di Vasto nel mondo in quanto patria di Gabriele Rossetti padre di Dante Gabriel e Christina; raccogliere nel mondo materiale sui Rossetti in modo da costituire un punto nodale di raccordo degli studi sul settore del “Rossettismo; organizzare convegni e corsi sui Rossetti e su argomenti affini; curare rapporti con università europee e americane per organizzare corsi di italiano per stranieri. (Alla fine dell’articolo pubblichiamo il testo integrale). 
Nel corso degli anni il Centro Studi ha approfondito in modo eccellente la figura di Gabriele e dei suoi figli; ed ora avendo tempo sta anche organizzando parecchie iniziative non previste a livello statutario, ma questo poco importa. Quello che importa invece è che ha fallito l’obiettivo principale per cui è nato, cioè “riportare l’Università a Vasto”. Allora il tema del dibattito è: conviene ancora tenere aperto un Centro Studi per fare “altre cose” o conviene dirottare tutto su un assessorato alla cultura con un nuovo competente dirigente?

Infine il TEATRO ROSSETTI, che con i suoi 156 posti, è da sempre in sofferenza economica perché il costo totale di ogni spettacolo (comprensivo anche di spese generali) va sempre diviso per 156 biglietti. Troppo pochi. Se la struttura rimane quella, la collettività si deve sempre accollare il deficit. Con un teatro più grande, invece, il discorso cambia. Per cui, non è ora che la politica cominci a pensare a una nuova struttura? E' una necessità. Il livello culturale della città è cresciuto notevolmente e la popolazione va verso il raddoppio!

Non credo  di aver "messo troppa carne alla brace". 
Speriamo  che i membri della Giunta e i sigg. Consiglieri Comunali (di maggioranza specialmente) vogliano fare una serena e concreta riflessione sull'argomento e prendere decisioni oculate per il bene della città. Niente polemiche: solo rapporto costi-benefici e conti alla mano! 


Nicola D'Adamo (NoiVastesi)

PS
DISCIPLINARE PER IL FUNZIONAMENTO DEL CENTRO EUROPEO DI STUDI ROSSETTIANI
Approvato con Delibera di G.C. n. 371 del 17.09.2008

Inaugurata la mostra "Vasto in Cornice", rimarrà aperta fino al 9 dicembre

Sala Michelangelo di Palazzo d'Avalos stracolma di gente ieri sera per l'inaugurazione di "Vasto in Cornice", evento organizzato dalla ACM (Associazione di Competenze Multidisciplinari) di Vasto in partnership con la neonata Pro Loco Città del Vasto e con il patrocinio del Comune di Vasto.
Una manifestazione che ha come obiettivo la rivitalizzazione e la promozione di attività culturali che

UN PARCHEGGIO PER MIGLIORARE LA FRUIBILITÀ DELLA RISERVA DI PUNTA ADERCI

COMUNICATO STAMPA
UN PARCHEGGIO PER MIGLIORARE LA FRUIBILITÀ DELLA RISERVA DI PUNTA ADERCI
A servizio della Riserva Regionale di Punta Aderci, in prossimità dell’accesso pedonale (ingresso

Punta d'Erce a Vasto fra i paradisi della penisola

foto Pierangelo Di Memmo
La Riserva da tempo preferita dai turisti 
di GIUSEPPE CATANIA
Una località ricca di rarità germofologiche e reperti archeologici risalenti fino all'anno 1000 a. C.
II FAI (Fondo Ambiente Italiano) e la Banca Intesa nel 2005 condussero un sondaggio sui siti più

San Marco: don Nicola Fioriti nuovo parroco

DON NICOLA FIORITI NUOVO PARROCO A SAN MARCO EVANGELISTA
Con una cerimonia intensa e coinvolgente sul piano della fede, Venerdì 1 dicembre 2017, la Comunità di San Marco ha accolto il nuovo parroco don Nicola Fioriti e ha salutato don Gianni Carozza, che ha dovuto lasciare il suo incarico per motivi di salute.
Alla solenne celebrazione eucaristica, presieduta dall’Arcivescovo

Tavolo permanente della disabilità

COMUNICATO STAMPA
MARCHESANI: "ENTRO DICEMBRE L'ISTITUZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DELLA DISABILITÀ"
Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, l'Amministrazione presenta l'iniziativa

Obiettivo 65% per la differenziata

COMUNICATO STAMPARACCOLTA DIFFERENZIATA: L’ IMPEGNO È RAGGIUNGERE IL 65% NEL CORSO DEL MANDATO DI MENNA
La raccolta differenziata a Vasto ha registrato, dalla sua partenza nel 2009, un costante aumento in

domenica 3 dicembre 2017

Minoranze sui dehors:"regolamento illegittimo e penalizzante per gli operatori commerciali"

Un regolamento che prevede che ogni dehor debba essere montato il 1 ottobre di ogni anno e smontato il 30 aprile! E ciò anche per i dehors oggi esistenti e regolarmente autorizzati, in palese violazione del principio giuridico dei diritti acquisiti.
riceviamo e pubblichiamo
Lo scorso consiglio comunale ha approvato un regolamento sull'installazione dei dehors che, stando